biodiversito

biodiversito

rete delle scuole per la biodiversità

 
 
 
 

Mantide Religiosa

Vota questa pagina:
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading ... Loading ...

Mantide religiosa

Mantis religiosa


La Mantide religiosa vive nelle regioni calde, dall’Europa meridionale sino alla Polonia, all’Asia e all’Africa. E’ stata immessa in America Settentrionale e in Australia.

La parola “Mantide” deriva dal greco Mantis-idos che significa “profeta”.

Questo insetto è inconfondibile per la forma delle zampe anteriori, allungate e perfettamente modificate per catturare le prede. Sul capo, inclinato all’indietro, si osservano antenne con gli occhi composti, gli occhi semplici e le robuste mandibole. Tra gli insetti è l’unico a poter dirigere il proprio sguardo.

La mantide è piuttosto sedentaria e, durante il giorno, un’eccezionale predatrice (è un insetto carnivoro): sa camuffarsi facilmente tra le foglie per aspettare immobile la preda, quando giunge alla giusta distanza con un balzo fulmineo cattura mosche, vespe, cavallette, api, in generale piccoli vertebrati.

La femmina è lunga da 40 75 mm mentre il maschio è leggermente più piccolo (60 mm).

La colorazione varia dal verde brillante al marrone chiaro.

Il corteggiamento da parte del maschio è realizzato con molte attenzioni e l’avvicinamento alla partner avviene solitamente di notte. Questo cauto comportamento è fondamentale per evitare che la femmina si cibi del maschio ancor prima dell’accoppiamento. La mantide religiosa è infatti cannibale e l’accoppiamento (copula) termina con l’uccisione del maschio.

La femmina divora il maschio ancor prima che la copula sia terminata, sembra che in questo modo l’accoppiamento sia più efficace. Inoltre la femmina necessita di un gran quantitativo di energia per la deposizione delle uova così una parte di questa è assicurata proprio dall’uccisione del maschio.

La mantide depone le uova in una struttura particolare detta ooteca, lunga circa 4 cm, costituita da una sostanza spugnosa e leggera che protegge la uova dal freddo e dai predatori. Le uova in questo modo giungono alla fine dell’inverno e schiudono. Ogni ooteca contiene in media 60-70 uova ma può arrivare anche a 200.

Gli adulti non sopravvivono alla stagione fredda.

Le neanidi della mantide in natura nascono in maggio/giugno, per diventare adulte nel mese d’agosto.


Habitat

Gli adulti si possono osservare in ambienti soleggiati, ricchi di arbusti e di erbe.


Curiosità:

La mantide è senza dubbio uno degli insetti più spettacolari della natura, gli uomini l’hanno da sempre considerata con timore e rispetto.

In Africa, ancora oggi, è oggetto di culto e credenze religiose per gli indigeni.




 

Print This Page Print This Page

Post2PDF

Associazione Quarta Coordinata - biodiversità


Insetti »


dicembre: 2014
L M M G V S D
« mag    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  


Countdown Save Biodiversity